Il clima dell'Egitto

Informazioni chiave per il viaggio

Il clima dell’Egitto è uno di quei problemi che è necessario conoscere prima di recarsi nel Paese. È un tema che vi tocca nel profondo! E naturalmente influisce molto sui vestiti e sulle altre cose da mettere in valigia. Come ci si può aspettare, fa caldo, probabilmente più caldo o molto più caldo rispetto al luogo di provenienza. Ma ridurre tutto a questo è un errore, perché il clima in Egitto è più sfumato di quanto si possa immaginare a prima vista. Per questo motivo, nelle righe che seguono vi mostriamo gli aspetti più rilevanti del tempo che probabilmente troverete in questo Paese al vostro arrivo, facendo delle distinzioni generali a seconda della zona e di alcuni fenomeni atmosferici.

Indice dei contenuti

Il clima dell'Egitto, in generale e per zona

Il clima dell’Egitto è classificato nel suo complesso come “caldo arido” (BWh) secondo la classificazione di Köppen, la più diffusa a livello mondiale. Si tratta di una considerazione molto ampia, in quanto si applica in realtà a tutto il territorio dominato dal deserto del Sahara, e infatti a volte si parla di clima caldo desertico o sahariano. In linea di massima , questo clima implica in questo Paese, tra le altre cose, quanto segue:

  • Temperature molto elevate: medie annuali superiori a 18 ºC.
  • Precipitazioni molto scarse: solo poche decine di mm di pioggia all’anno
  • Elevato soleggiamento: sono possibili più di 350 giorni di sole all’anno.
  • Copertura nuvolosa molto bassa

Sulla carta, l’Egitto Il clima dell’Egitto è estremamente dura. Ma se questo piccolo pezzo di mondo ha ospitato alcune delle civiltà più prospere del mondo, non è un caso. Nella pagina dedicata al Nilo spieghiamo meglio il “miracolo” naturale delle sue inondazioni e la nascita delle oasi, che ha facilitato la vita per millenni.

In ogni caso, è bene sapere che al vostro arrivo nel Paese farà molto caldo, soprattutto se arrivate nei mesi estivi. Ma questo non vi impedisce di organizzare un viaggio durante l’estate. L’aria condizionata è onnipresente all’interno, mentre spostarsi all’aperto significa poter gestire le alte temperature senza problemi. Ecco i seguenti suggerimenti:

  • Proteggete la vostra testa con un berretto o un cappello in stile Indiana Jones.
    Stile Indiana Jones
    . E se volete provare una soluzione 100% locale, optate per una sciarpa, soprattutto se vi muovete nel deserto. È una forma d’arte!
  • Proteggere la pelle: se è scoperta, applicare una crema solare con un fattore di protezione elevato (50), poiché i raggi solari colpiscono la pelle con un angolo molto perpendicolare.
  • Proteggere gli occhi: il tremendo colpo di sole che caratterizza il clima dell’Egitto Il clima dell’Egitto può punire anche la vista, quindi un buon paio di occhiali da sole sarà il vostro miglior compagno di viaggio.
  • Indossare indumenti leggeri e sottili, preferibilmente di cotone.
  • Se siete fan, mettetene uno nello zaino. In effetti, è stato inventato qui: si tratta del cosiddetto
    flabelo
    Gli antichi marchingegni fatti di piume d’uccello per il divertimento dei faraoni, ovviamente…
  • Portate sempre con voi una bottiglia d’acqua, in modo da essere sempre ben idratati.

Detto questo, è utile analizzare il clima dell’Egitto zona per zona. zona per zona, poiché esistono diverse sfumature di temperatura, umidità e altri fenomeni atmosferici, legati alla geografia. Questo vi aiuterà a pianificare il vostro viaggio se siete diretti in una particolare regione del Paese.

Quando è il momento migliore per viaggiare in Egitto?

Il deserto e le sue particolarità climatiche

Come abbiamo visto, il clima dell’Egitto è di per sé classificato come deserto. Ma se avete intenzione di viaggiare nel cuore di questo habitat particolare, ad esempio per percorrere
percorsi 4×4
o per un’esperienza di
meditazione
, bisogna considerare che qui ogni variabile climatica è accentuata all’estremo. Per esempio:

  • Le temperature medie massime sono più elevate e superano i 40ºC durante il giorno nei mesi estivi. In inverno, le massime medie si aggirano intorno ai 25ºC.
  • Per diverse ragioni meteorologiche, si possono trovare picchi di temperature massime in estate, che fanno salire i termometri oltre i 50ºC.
  • Non cade quasi una goccia d’acqua tutto l’anno.
  • L’umidità relativa è molto bassa, con medie annuali inferiori al 40%.

Ma ciò di cui molti viaggiatori non si rendono conto è l’enorme escursione termica del deserto: caldo torrido di giorno e freddo gelido di notte. Ecco alcuni fatti di cui dovreste essere a conoscenza riguardo alla Il clima dell’Egitto clima arido dell’Egitto:

  • Le temperature minime medie notturne si aggirano intorno ai 20ºC in estate. Ma in inverno la temperatura supera a malapena i 5°C.
  • L’escursione termica è compresa tra 20 e 30°C in un solo giorno, a seconda della zona del deserto in cui ci si trova.
  • In alcuni periodi dell’anno, i termometri possono registrare gradi negativi di notte, al di sotto di 0ºC.

C’è anche un fattore molto importante legato al clima del deserto di cui bisogna essere consapevoli: la possibilità della presenza del chamsin (o jamsin) È il nome dato al vento tempestoso proveniente dall’interno del deserto che può verificarsi in marzo, aprile e maggio. Può raggiungere velocità superiori a 100 km/ora, causando grande disagio perché trascina con sé la sabbia del deserto. Ma soprattutto provoca un improvviso innalzamento delle temperature, a volte superiore a 10ºC o 15ºC in un paio d’ore.

Questo fenomeno meteorologico specifico del clima egiziano È ben nota alla popolazione locale ed è stata sperimentata anche dagli eserciti più potenti dell’epoca. Per esempio, Napoleone durante la sua campagna d’Egitto (1798-1801) o gli inglesi e i tedeschi nella Seconda guerra mondiale, costretti a interrompere le loro battaglie o a lamentarsi delle perdite umane.

Sebbene questa classificazione di “caldo arido” si applichi all’intero clima dell’Egitto, non si applica a tutto il territorio egiziano.Lo troverete soprattutto se la vostra destinazione è il Deserto Occidentale. Caratterizza anche il deserto orientale (o arabo). e la maggior parte della penisola del Sinai. È anche, in larga misura, quella predominante nelle città dell’Alto Egitto come
Luxor
o
Assuan
Il letto del fiume Nilo smorza leggermente le temperature e l’umidità relativa, ma solo leggermente.

Questo vale anche per la parte meridionale del Delta del Nilo, compresa la capitale,
Il Cairo
I valori climatici sono molto simili a quelli del deserto, anche se leggermente mitigati dalla presenza di più vegetazione al suolo, che è anche il risultato di una maggiore umidità relativa (circa il 55%).

Per questo motivo, se fate trekking nel deserto al di fuori dei mesi estivi, è consigliabile mettere in valigia indumenti e accessori che vi terranno al caldo durante la notte. Preferibilmente non ingombranti, cioè considerati “termici”, che aiutano a trattenere il calore corporeo, evitando che si disperda. In ogni caso, se viaggiate con noi nel cuore del deserto, vi aiuteremo a risolvere questo e molti altri quesiti pratici relativi alla Il clima dell’Egitto.

Il clima della costa egiziana

Le coste dell'Egitto, una piccola tregua

Il clima dell’Egitto è molto diverso costiera, soprattutto sulla costa mediterranea. Senza raggiungere i valori esistenti sulla sponda europea di questo mare, il clima delle zone costiere perde gran parte del carattere estremo descritto sopra. Ecco alcune delle sue caratteristiche principali:

  • Le temperature medie massime sono più miti e superano i 30ºC solo in estate. In inverno, le massime medie si attestano sui 20°C o addirittura al di sotto.
  • Temperature minime medie più gradevoli rispetto al deserto, leggermente superiori ai 20°C in estate e intorno ai 10°C in inverno.
  • L‘ampiezza termica non è un fattore determinante, poiché di solito si mantiene al di sotto dei 10ºC tra la massima del giorno e la minima della notte.
  • Precipitazioni non così infrequenti: questa è una delle principali differenze con il clima egiziano. clima egiziano più arida, dato che le precipitazioni annuali si avvicinano in alcuni casi a 200 mm. Queste piogge si concentrano soprattutto nei mesi invernali.
  • Umidità relativa più elevata, con valori medi annui superiori al 65%. Questo fattore, insieme alle minime estive relativamente calde, può quindi portare a una certa sensazione di calore anche di notte.

Questo è il clima che si respira in città come Alessandria e Port Said, ma anche nelle città non costiere della parte settentrionale del Delta del Nilo. Questo perché, oltre all’influenza esercitata dal Mar Mediterraneo, c’è una maggiore presenza di vegetazione nel terreno, che mitiga i valori estremi tipici dell’area. Il clima dell’Egitto.

Se ci spostiamo sulla costa del Mar Rosso, questa mitigazione del clima desertico avviene in misura minore, anche se è piuttosto evidente. In particolare, nelle seguenti aree:

  • Le temperature medie massime sono più miti rispetto al deserto, ma più elevate rispetto alla costa mediterranea: circa 36ºC in estate e 22ºC in inverno.
  • Di notte, le temperature minime medie non si abbassano come nel deserto e sono anche di qualche grado più alte rispetto al Mediterraneo: circa 26ºC in estate e 12ºC in inverno.

Ciò che la costa del Mar Rosso condivide con il clima desertico, tuttavia, è la quasi assenza di precipitazioni e l’umidità relativa molto bassa (inferiore al 50%).

Questo è il clima che troverete se vi recate nelle principali destinazioni turistiche della zona, come Hurghada, Sharm el-Sheikh o Safaga. Questo rende la zona ideale da visitare in qualsiasi periodo dell’anno, anche nella cosiddetta “bassa stagione” europea: i freddi mesi invernali del vecchio continente sono qui i più miti e piacevoli.

Clima Sinai Egitto

La catena montuosa del Sinai: il freddo estremo

Secondo la classificazione di Köppen, c’è solo una vera eccezione nel clima dell’Egitto.Sinai: la catena montuosa del Sinai nel sud della Penisola del Sinai e alcune alture sparse nel deserto arabo settentrionale. Se questa è la vostra destinazione, ad esempio per un viaggio di pellegrinaggio religioso, sappiate che qui vi aspettano le temperature più rigide del Paese, che è classificato come “freddo arido” (BWk).

Le temperature qui possono scendere sotto i -10ºC in inverno, anche se in estate i termometri raggiungono temperature superiori ai 25ºC durante il giorno, quindi si può anche sperimentare il caldo.

Pertanto, anche l’ampiezza termica è molto elevata nell’arco di 24 ore e l’umidità relativa è molto bassa: meno del 30%. Anche le precipitazioni sono insignificanti, ma occasionalmente arrivano sotto forma di neve. Questo è l’unico posto del paese in cui è probabile che accada!

Come si può vedere, il clima dell’Egitto è più sfumato di quanto sembri, quindi vi consigliamo di informarvi sulla vostra destinazione e sul clima che potete aspettarvi di trovare nel periodo dell’anno in cui viaggiate. E non esitate a contattare Egipto Exclusivo se avete bisogno di consigli sull’abbigliamento, raccomandazioni o qualsiasi altra domanda.

Potreste essere interessati anche a