El Alamein

Turismo El Alamein: cosa vedere, cosa fare e tutte le informazioni in questa guida.

Come si può immaginare, una delle grandi attrazioni turistiche dell’Egitto è la sua storia, soprattutto quella antica: l’epoca faraonica ha un fascino che rimane intatto a diverse migliaia di anni dalla sua comparsa. Tuttavia, anche gli appassionati di storia contemporanea troveranno motivi per viaggiare qui. Per esempio, per fare turismo a El AlameinLa città sulla costa mediterranea è famosa in tutto il mondo per le battaglie cruciali combattute qui durante la Seconda Guerra Mondiale. Visitare i loro monumenti e musei permette di comprendere il significato di quelle battaglie.. E ancora oggi è facile entusiasmarsi per questo.

Ma fortunatamente, il turismo di El Alamein Oggi offre un’altra attrazione, molto più piacevole: negli ultimi anni sono stati sviluppati grandi progetti di sviluppo urbano per godere dei benefici che il Mar Mediterraneo ha da offrire qui. L’apertura della Marina nel 2005 e, subito dopo, dell’aeroporto di Borg El Arab hanno gettato le basi per un nuovo tipo di turismo balneare e del sole che sta diventando sempre più popolare, non solo tra gli egiziani stessi ma anche tra i viaggiatori stranieri.

In questa pagina vi forniamo tutte le informazioni sul turismo a El Alamein.Cosa vederecome arrivare e molto altro ancora. E ricordate che Egipto Exclusivo può occuparsi della pianificazione di tutti i dettagli della vostra esperienza. Questa destinazione vi sorprenderà!

Indice dei contenuti

Dove si trova El Alamein e qual è il suo clima?

El Alamein si trova a circa 100 km a ovest di Alessandria, proprio dove le truppe tedesche e italiane furono fermate nella loro avanzata verso il Delta del Nilo. Questa posizione era cruciale per la strategia di difesa degli Alleati, poiché la costa mediterranea era l’unica via di comunicazione possibile tra la Libia e il Delta del Nilo.

Ma a prescindere da questo episodio, che ha cambiato El Alamein per sempre, questa città è molto privilegiata a livello naturale, con spiagge di sabbia bianca e fine e acque limpide che sono diventate una zona balneare perfetta. per i numerosi resort aperti negli ultimi anni.

Clima di El Alamein

Il clima che troverete durante il vostro viaggio a El Alamein non è molto diverso da quello di altre località della costa mediterranea, come Alessandria o Marsa Matruh. Ovvero, estati calde ma non torride, inverni miti ma non caldi come quelli del Mar Rosso. E più giorni di pioggia all’anno, ma non abbastanza da preoccuparsi: le precipitazioni sono praticamente inesistenti in estate e solo sporadiche in inverno. In ogni caso, queste differenze climatiche tra l’inverno e l’estate permettono di distinguere tra alta e bassa stagione nella turismo a El AlameinDovreste tenerne conto quando programmate il vostro viaggio, soprattutto se siete interessati a godervi le sue spiagge.

Note sulla storia di El Alamein... e sul suo futuro

Come vedrete durante il vostro viaggio, a El Alamein c’è molta storia da vedere. con la Seconda Guerra Mondiale. Fino allo scoppio di questo conflitto internazionale, questo era solo un altro angolo di costa mediterranea, sulla rotta tra il Delta del Nilo e la Libia, quando ancora non era stato aperto alle turismo.

El AlameinL’esercito libico, tuttavia, era destinato a svolgere un ruolo fondamentale nella storia contemporanea. Nel 1942, le forze tedesche e italiane, note come Afrika Korps sotto la guida di Erwin Rommel, “la Volpe del Deserto”, furono posizionate in Libia con la strategia di avanzare verso l’Egitto, una roccaforte chiave degli Alleati. In particolare contro Alessandria, per l’importanza del suo porto, e Port Said, con l’intenzione di prendere il controllo del Canale di Suez. Questo sarebbe stato un punto di svolta fondamentale per l’esito del conflitto. Le truppe alleate, nel frattempo, organizzarono la difesa in Egitto dal quartier generale britannico al Cairo. Sotto il suo comando, Bernard Montgomery.

Le truppe tedesche e italiane iniziarono l’avanzata, vincendo a Marsa Matruh, dove Rommel stabilì il suo quartier generale. Ma il tempo era contro di loro, dato che una delle strategie alleate era quella di molestare e boicottare i rifornimenti delle truppe nemiche attraverso i bombardamenti aerei. Ciò spinse Rommel a lanciare l’offensiva nell’estate del 1942, in quella che divenne nota come Prima battaglia di El Alamein, che gli Alleati riuscirono a contenere.

La battaglia fu uno stallo ma una vittoria morale per gli Alleati. E mesi dopo incoraggiò le truppe alleate a lanciare un contrattacco, noto come Seconda Battaglia di El Alamein, approfittando della carenza di rifornimenti che le truppe dell’Afrika Korps continuavano a soffrire. In questa occasione, la vittoria alleata fu netta e provocò la ritirata degli eserciti tedesco e italiano in Libia.

Una mossa di Rommel che, a quanto pare, non ha ancora incontrato l’approvazione di Adolf Hitler, ma che ha evitato l’annientamento totale. Ma soprattutto, l’esito di questa battaglia fu un punto di svolta nel corso della Seconda Guerra Mondiale, come si evince da una famosa citazione di Winston Churchill: “Prima di El Alamein, non abbiamo mai ottenuto una vittoria. Dopo El Alamein, non abbiamo mai subito una sconfitta.

Tuttavia, non evitò pesanti perdite da entrambe le parti, come dimostrerà una visita ai cimiteri di El Alamein. Dalle battaglie di El Alamein, questo luogo è rimasto un grande memoriale, un ricordo visivo ed emotivo degli orrori della guerra, visitato da molte persone. Molti di loro sono europei e, in alcuni casi, discendenti di soldati o parenti che, in un modo o nell’altro, sono stati coinvolti in quel grande conflitto mondiale. Ma soprattutto, questi memoriali oggi sono aperti a tutti coloro che rendono turismo a El Alamein e desiderano comprendere e ricordare quell’episodio bellico.

El Alamein nel presente

Da allora, ogni anno, in ottobre, si tengono le commemorazioni ufficiali a El Alamein per ricordare la battaglia e il pesante bilancio delle vittime, che secondo alcune fonti si aggira intorno ai 70.000 soldati. Ma senza spegnere la fiamma di quel ricordo, la il turismo a El Alamein ha preso una nuova direzione, volta a sfruttare le bellezze naturali e il clima privilegiato offerti da questo pezzo di costa mediterranea.

La vicinanza ad Alessandria, alle altre città del Delta del Nilo e alla capitale Il Cairo ha offerto un’opportunità di sviluppo che né il governo egiziano né gli investitori privati si sono lasciati sfuggire. Negli ultimi decenni sono stati costruiti resort privati e insediamenti turistici che hanno modificato il paesaggio costiero con nuovi frangiflutti, laghi artificiali e altri elementi sorti dal nulla. Marina El Alamein è il suo fiore all’occhiello, un grande resort privato con standard di esclusività più elevati rispetto a Marsa Matruh.

Nonostante ciò, le dimensioni di questo insediamento turistico non sono molto grandi, soprattutto se paragonate ad altri del Paese: poco più di 10.000 persone vivono qui stabilmente, anche se il numero aumenta durante le vacanze estive.

La nuova città di Al-Alamein, il futuro della città e dell'Egitto

Come abbiamo visto, il presente di El Alamein è molto diverso dal suo passato: la Seconda Guerra Mondiale è solo un ricordo per chi viene qui ogni anno a godersi le vacanze. Tuttavia, il futuro potrebbe essere molto diverso, secondo i piani del governo egiziano per i prossimi decenni.

Per far fronte all’aumento della popolazione che la società egiziana vivrà nei prossimi decenni, e con l’intenzione di farlo nelle migliori condizioni di sostenibilità, la costa mediterranea ospiterà probabilmente grandi sviluppi urbani, sulla falsariga di quanto sta accadendo a Nuova Cairo. Importanti investimenti in impianti di desalinizzazione e centrali elettriche a energia solare saranno due dei pilastri che sosterranno la città di New Al-Alamein, che si estenderà su un terreno arido a sud di El Alamein e ospiterà un milione di abitanti entro la metà del 21° secolo, oltre a numerosi edifici amministrativi statali, secondo le stime del governo.

Progetti ambiziosi che sono ancora lontani dal concretizzarsi, ma che dimostrano l’importante ruolo da attribuire a quest’area, che dovrebbe coesistere con l’incipiente turismo di El Alamein. turismo a El Alameinche è già attivo con resort e molti altri servizi.

Cosa vedere ad Alamein
Memoriale tedesco della seconda guerra mondiale a El Alamein

Cosa vedere a El Alamein

Praticamente tutto ciò che c’è da vedere a El Alamein è legato alle battaglie della Seconda Guerra Mondiale. Alcuni spazi sono destinati a conservare la memoria dei caduti e altri a mostrare come si svolgevano quelle battaglie, con armi e oggetti che sono stati conservati, in alcuni casi intatti. Questa è una panoramica di tutto ciò.

Museo della Guerra

Questo è il grande museo di El Alamein, che offre la visita più completa di ciò che accadde in quei giorni epocali dell’estate e dell’autunno del 1942 e, in generale, dell’intera campagna nordafricana della Seconda guerra mondiale. Dedica un padiglione a ciascuno dei quattro principali Paesi coinvolti: Regno Unito, Egitto, Germania e Italia. Vi è anche un’ulteriore esposizione di oggetti e documenti della guerra. Inoltre, all’esterno sono esposti carri armati e carri armati utilizzati nelle battaglie di El Alamein.

Cimitero del Commonwealth

È probabilmente il più impressionante dei tre monumenti commemorativi da vedere a El Alamein.. È un cimitero progettato con cura, soprattutto per quanto riguarda la disposizione delle tombe: circa 7.240 sono distribuite con una simmetria e una regolarità impressionanti tra le piante del deserto. Il suo nome indica che, sebbene la maggior parte dei soldati sepolti qui siano britannici, ospita anche le tombe di combattenti dell’Australia e del Canada, tra le altre nazioni appartenenti a questa entità sovranazionale.

Memoriale tedesco

Il monumento ai tedeschi è uno dei più suggestivi tra quelli eretti qui. È stato progettato per assomigliare a una fortezza medievale, con bandiere tedesche ed egiziane, e si trova a circa 7 km a ovest di El Alamein. Ospita i resti di circa 4.000 soldati e al centro del cimitero si trova un obelisco in memoria dei caduti.

Memoriale italiano

Situato a circa 11 km a ovest di El Alamein, è un grande spazio con un ingresso monumentale, con il nome di “Sacrario Militare Italiano El Alamein”. Un ampio viale fiancheggiato dal verde conduce all’edificio principale del complesso: una torre poligonale con finestre mediterranee e un altare all’interno. Ai lati si trovano padiglioni con pareti interne rivestite di marmo: sono le lapidi che annunciano i resti di circa 5.000 soldati caduti in battaglia, molti dei quali non identificati.

Nel sito sono presenti altri edifici, tra cui un piccolo museo con mappe, manufatti e documenti sulla battaglia di El Alamein. Simbolico è anche il suo tumulo commemorativo, con una grande targa che recita: “Mancò la fortuna, non il valore”.

Spiagge di El Alamein

Spiagge di El Alamein

Essendo rimasta per decenni un monumento commemorativo di quelle battaglie, la sua costa ha un aspetto più ordinato rispetto ad altre località vicine, anche se negli ultimi anni a El Alamein sono stati costruiti diversi resort turistici. turismo a El Alamein. Le spiagge principali, infatti, sono private e consentono l’accesso solo ai loro clienti. Le spiagge di El Alamein si distinguono per la loro sabbia bianca e fine e per l’acqua molto più limpida e pulita che in altre zone del Paese.. Tra i più importanti vi sono:

  • Spiaggia dei fenicotteri
  • Marina Spiaggia Bianca
  • Spiaggia La Femme

Come arrivare e muoversi a El Alamein

Se state organizzando un viaggio turistico a El AlameinPotete prendere nota delle informazioni che seguono, perché vi saranno sicuramente utili: sapere come arrivare e come muoversi in questa destinazione vi aiuterà a modellare la vostra vacanza o la vostra escursione, se visitate questo luogo solo per un giorno.

Come arrivare a El Alamein

Come abbiamo detto,una delle ragioni principali della crescita del turismo a El turismo a El Alamein è stata l’inaugurazione dell’aeroporto di Borg El Arab. Sebbene il suo obiettivo principale fosse quello di decongestionare il vecchio aeroporto di Alessandria, si è rivelato un trampolino di lancio per questo e altri progetti turistici sulla costa mediterranea.
Costa mediterranea
La costa mediterranea dell’Egitto.

L’aeroporto di Borg El Arab si trova a circa 80 km da El Alamein, che dista poco più di un’ora di macchina. I collegamenti diretti sono vari, principalmente verso città del Medio Oriente, ma anche verso
Il Cairo
e alcune città europee, come Milano e Atene. Un elenco più dettagliato di queste destinazioni si trova nella pagina dedicata ad Alessandria.

Se si viaggia a El Alamein da altre parti dell’Egitto, c’è un’alternativa al volo dal Cairo: la strada. Alessandria d’Egitto dista poco più di 100 km, circa un’ora e mezza. Il Cairo dista solo 250 km in auto, ovvero circa 2,5 ore. Da Marsa Matruh, l’altra grande destinazione turistica sulla costa mediterranea dell’Egitto, la distanza è di circa 200 km (poco più di due ore in auto).

Nonostante il turismo in crescita, El Alamein Non è ancora abbastanza grande per avere una grande stazione degli autobus, quindi se volete venire in autobus dovrete usare un autobus privato. Per questo servizio o per taxi privati di diverse dimensioni, compresi i minivan, potete contattare Egipto Exclusivo.

Allo stesso modo, il porto di El Alamein è piccolo e serve piccole imbarcazioni, ma non traghetti per passeggeri, quindi se volete arrivare in barca dovrete utilizzare un servizio privato.

Come muoversi a El Alamein

L’auto è il modo migliore e praticamente l’unico per spostarsi a El Alamein. Se volete mettervi al volante da soli, qui troverete diversi uffici di noleggio auto, alcuni dei quali sono grandi catene che offrono la possibilità di restituire il veicolo in un’altra filiale, ad esempio all’aeroporto di Borg El Arab.

D’altra parte, il servizio taxi è solitamente privato e su richiesta, molto comune nei servizi di trasferimento dal suddetto aeroporto. Tuttavia, non si tratta di un servizio regolare “a livello stradale”. Pertanto, se siete alla ricerca di un veicolo con autista e ampia disponibilità per fare Turismo a El AlameinSe state cercando un tour a El Alamein, potete contattare Egipto Exclusivo, poiché questo è uno dei tanti servizi che offriamo in questa destinazione turistica.

Per questo e per tutto il resto, non esitate a contattare Egipto Exclusivo. Progetteremo un programma di viaggio su misura per voi a El Alamein, poiché abbiamo molta esperienza e un ampio portafoglio di fornitori.

Pianifica il tuo viaggio a El Alamein

Godetevi le esperienze
Godetevi le esperienze
Cambiare la valuta (solo in Spagna)
Cambiare la valuta (solo in Spagna)
Vuelos muy baratos El Alamein
Voli molto economici
Noleggiate la vostra auto
Noleggiate la vostra auto
Abbonamento al Wifi o al telefono
Abbonamento al Wifi o al telefono

Potreste essere interessati anche a